Login |  Registrati |  Search |  Blog |  Newsletter  |  DONAZIONE |  PRIVACY

  • 'Curarsi con la candeggina?', il manuale del Metodo Ruffini inaugura le edizioni Lamed
    Gilberto Ruffini - Valerio Droga

    'Curarsi con la candeggina?', il manuale ufficiale del Metodo Ruffini e bestseller del selfpublishing, torna alle stampe con una edizione rinnovata, questa volta sotto il marchio editoriale Lamed. “È un piacere che sia il nostro libro ad inaugurare Lamed – afferma Gilberto Ruffini, il padre dell’omonimo metodo – auspicando che possa essere il primo di una lunga serie. Sono in cantiere – aggiunge – altri libri dedicati al Metodo”. Curarsi con la candeggina? apre anche la collana del Pesce, orientata alla salute e allo star bene in generale, con uno sguardo particolare alla prevenzione, alle cure alternative e complementari e, in generale, a quelle olistiche, che curano cioè il malato prima che la malattia. Come si legge nelle pagine del libro, “non si è veramente liberi di scegliere se non si sta bene nel corpo: la salute fisica è il primo requisito per la propria realizzazione ed evoluzione personale”. Non a caso si dice “sano come un pesce”, perché – vuole il proverbio – non esistono animali più energici e vivaci”.

    “Lamed – tiene a precisare il suo fondatore Valerio Droga – è un marchio editoriale, ma non una casa editrice”. Da anni, ormai, si dedica ai libri, sia in qualità di autore e ghost writer sia in veste di editor, aiutando cioè gli autori a trasformare il proprio manoscritto in prodotto editoriale, avendo messo su un service editoriale, Bybloservice, e un piccolo team di collaboratori.
    Il marchio editoriale nasce già con otto collane tematiche, ciascuna identificabile con un colore e un animale diverso. Otto contenitori in parte ancora vuoti, in attesa di essere riempiti, tutti caratterizzati dal comune obiettivo della crescita sociale e individuale, una finalità filantropica ed educativa, come suggerisce lo stesso nome. Dal miglioramento della propria salute e benessere (collana del Pesce) alla crescita personale e professionale (dell’Aquila), dalle guide di viaggio inteso come processo di maturazione (del Cane) all’evoluzione spirituale (della Colomba), dalla letteratura educativa per l’infanzia (del Bruco) al dialogo tra i popoli e la crescita culturale e sociale (della Rondine), dalla cura ambientale (della Chiocciola) ai classici della formazione pedagogica (della Tartaruga).

    Lamed è una lettera dell’alfabeto ebraico, la dodicesima, e indica elevazione. Dodici è un numero estremamente simbolico nel libro per eccellenza, la Bibbia, sia nel Primo che nel Secondo Testamento: 12 sono le tribù di Israele, 12 gli apostoli di Cristo. Corrisponde alla nostra elle (l di libro, l di leggere) e ha la forma di un serpente che si srotola verso l’alto, archetipo universale di conoscenza ed elevazione. Lamed, in estrema sintesi, rispecchia un modo di vedere la letteratura, il lavoro e la vita stessa, il cui senso ultimo non può che essere anche quello di un contributo, seppur minimo, al miglioramento della persona, della società e del mondo in generale, sposando a pieno l’ideale manzoniano che voleva la scrittura, oltre che interessante e possibilmente vera, anche e innanzitutto utile. Se dal punto di vista dei contenuti il libro si discosta solo lievemente dalla precedente edizione, si è voluta sottolineare la svolta tornando allo stile della vecchia copertina, arricchita dalle preziose elaborazioni grafiche di Roberto Ruffini.

    Il libro è consultabile in anteprima ed eventualmente acquistabile sulla piattaforma Lulu, all’indirizzo goo.gl/JbSXXS col 15% di sconto, oltre che su altre librerie online. Col codice sconto del 50% sulla spedizione visibile sulla homepage www.lulu.com, si potrà ricevere il libro in 2-4 giorni dalla stampa con spedizione standard allo stesso prezzo della posta ordinaria.
    Se non fosse presente il codice lo si potrà richiedere su Messenger a @lulupubblica, dalla pagina Facebook “Lulu.com Italia”.

      














     

  • 1° in classifica su Macrolibrarsi 05.09.2018

    Oggi abbiamo raggiunto un ottimo risultato. Il manuale pratico del Metodo Ruffini "Curarsi con la candeggina?" ha raggiungo la prima posizione nella classifica generale della nota libreria online Macrolibrarsi

     

  • Il 24 settembre 2018 alle ore 9:00 l'emittente radiofonica Colors Radio 
    ospiterà Paolo Ruffini che parlerà del Metodo Ruffini.
    Conduttore: David Gramiccioli


     

  • Il sito ufficiale: www.metodoruffini.it
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online 

    - Per l'acquisto dei prodotti Vi invito a visitare il sito delle IBF
  • ILCDCRIVELA:CÈ BISOGNO DELLAMEDICINA NATURALE
 (di Patrizia Marini)

    Secondo un recente rapporto intitolato " CDC , batteri letali resistenti ai farmaci o «Batteri incubo" si stanno diffondendo nelle strutture sanitarie "... germi resistenti ai farmaci denominati Enterobatteri resistenti ai carbapenemi o CRE , sono in aumento e sono resistenti a tutti, o quasi tutti gli antibiotici all'interno dell'armamentario farmacologico convenzionale!

  • buon natale dal Metodo Ruffini
  • CANCRO AL COLLO DELL’UTERO: PUBBLICATE LE LINEE GUIDA PROVVISORIE(di Patrizia Marini)

     

    Mentre i ‘procacciatori’ di vaccini ci fanno il quotidiano lavaggio del cervello per la promozione del vaccino contro il papillomavirus (HPV), sono state pubblicate la Linee Guida provvisorie per il cancro al collo dell'utero.



  • Cercansi cavie in ottima salute
    (di Patrizia Marini)

     












    Foto: Classifica dei 7 tipi più frequenti di HPV responsabili di diversi tumori HPV correlati. [1]

    Papillomavirus. Arriva in Italia il primo vaccino anti-HPV 9-valente
    Disponibile anche nel nostro Paese il primo vaccino efficace contro nove tipi di Papillomavirus umano. Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato di MSD Italia ( la casa produttrice) ha detto: "Siamo orgogliosi di mettere a disposizione questa nuova straordinaria innovazione che ha il potenziale di prevenire il 90% dei tumori del collo dell'utero e altri tipi di malattie e cancri HPV correlati". [1]
    Premesso che la vaccinazione anti-HPV, pubblicizzata come “vaccinazione contro il tumore" del collo dell'utero in realtà previene il virus HPV che lo causa, non il cancro del collo uterino…
    Il vaccino in questione è quindi preventivo (previene la malattia) non terapeutico (non cura cioè la malattia): è inutile vaccinarsi se si è già entrati in contatto con il virus. Questo vuol dire che visto che il virus si trasmette per via sessuale è bene vaccinarsi prima dell'inizio della vita sessuale. Le linee guida ministeriali consigliano la vaccinazione all'età di 9-12 anni.
    Ma la vaccinazione anti-HPV di massa è utile? Vaccinare quante più dodicenni fosse possibile è una scelta logica?
    No, a quanto pare: il vaccino non protegge contro tutti i ceppi pericolosi (che causano il cancro) dell'HPV.

    La prima formulazione quadrivalente (Gardasil) usata nelle donne protegge nei confronti di quattro tipi di papillomavirus umano: 6 - 11 - 16 - 18. 
    L'ultima 9-valente (Gardasil 9) usata in donne (e uomini) a partire dai 9 anni di età ai primi quattro ha aggiunto i ceppi 31, 33, 45, 52 e 58.
    La nuova formulazione quindi conferisce protezione contro nove tipi di papillomavirus umano (tipi HPV 6, 11, 16, 18, 31, 33, 45, 52 e 58). Non tutti i "ceppi" (i tipi, cioè, nel caso dell'HPV sono decine) di HPV (che vengono identificati con un numero) possono causare tumori maligni. Ceppi ad alto rischio di malignità sono per esempio i ceppi 16, 18, 31, 33, 35  (ma c'è evidenza che solo il 16 sia sempre e sicuramente cancerogeno) ma anche altri hanno un certo rischio di causare tumore maligno (come il 45, il 51, il 52, ed altri). Tanti altri ceppi di HPV sono considerati innocui.

    ▶ Questo vuol dire che se si è immunizzati contro i ceppi più frequenti di HPV non lo si è per nulla nei confronti di tutti gli altri.
    Non solo. Proprio l'assenza di protezione nei confronti di altri ceppi pericolosi del virus, rende consigliabile in ogni caso l'effettuazione periodica del Pap-test. (vedi avanti: Limitations of Use and Effectiveness) Ciò significa che nelle abitudini delle donne il Pap-test deve rimanere un esame da effettuare a prescindere dalla vaccinazione e visto che se una donna effettua gli esami previsti per lo screening, la possibilità di arrivare ad avere un tumore del collo dell'utero in fase avanzata ed incurabile è praticamente nulla, il vantaggio della vaccinazione a questo punto è minimo, bassissimo. Vi è anzi il pericolo che donne vaccinate, sentendosi protette dalla vaccinazione, sottostimino il pericolo e abbandonino i controlli diventando potenzialmente a rischio. E questo vale anche per l’uomo, ne parlo più avanti.

    La maggioranza dei tumori del collo uterino in fase iniziale o poco avanzata regrediscono spontaneamente, quelli più avanzati invece non regrediscono quasi mai. Riuscire quindi a scoprire un tumore in fase molto iniziale con il Pap-test e poi capire che tipo di HPV lo ha causato può essere fondamentale. In base a questi dati il medico può decidere di asportare il tumore superficialmente, di essere molto più aggressivo asportando anche tutto l'utero o di assumere una condotta di attesa (con controlli serrati) nella speranza che tutto regredisca (speranza giustificata). Se ci sono dubbi esistono altri esami (colposcopia, per esempio) che possono identificare e permettere di curare alcuni tumori. Con tutti questi mezzi il tumore al collo dell'utero avanzato è diventato una rarità, colpisce ancora, ma quasi sempre persone molto anziane che non si sottopongono a controlli o più giovani che non hanno mai fatto un controllo ginecologico o un Pap-Test.

    ⚠ Fatta questa necessaria premessa è utile ricordare che - come si evince dal sito della stessa casa produttrice - esiste una limitata esperienza post-marketing a seguito della somministrazione di Gardasil 9: “There is limited post-marketing experience following administration of GARDASIL 9”. Ne consegue che il paziente cui fosse inoculato tale vaccino fungerebbe sostanzialmente da cavia.

    La fase 4 di sperimentazione (che segue agli studi clinici di fase 1 condotti su animali e fasi 2 e 3 condotti su un campione di umani) è detta della “sorveglianza post marketing” perché viene attuata dopo l’immissione in commercio di un qualsiasi farmaco o vaccino. In questa fase, che può durare qualche anno, si valutano le reazioni avverse più rare, quelle che negli studi clinici, per quanto ampi siano stati, non potevano emergere, ma che con l’uso di massa del nuovo farmaco possono diventare rilevabili per collegarli alla causa e prendere gli opportuni provvedimenti. È evidente che fintanto che il farmaco non viene somministrato a migliaia di persone - ‘cavie umane in buona salute’ - passatemi il termine - queste sue caratteristiche non possono venire alla luce. I risultati degli studi di sorveglianza post marketing, assieme a quelli di farmacovigilanza, servono per acquisire ulteriori e nuove informazioni, avvertenze o controindicazioni per aggiornare il foglietto illustrativo.

    Dal sito della casa produttrice Merck si legge: [2]
    Capitolo 6 ADVERSE REACTIONS
    ➡ 6.1 Clinical Trials Experience
    Systemic Autoimmune Disorders (a pag.8)
    In all of the clinical trials with GARDASIL 9 subjects were evaluated for new medical conditions potentially indicative of a systemic autoimmune disorder. In total, 2.2% (351/15,703) of GARDASIL 9 recipients and 3.3% (240/7,378) of GARDASIL recipients reported new medical conditions potentially indicative of systemic autoimmune disorders, which were similar to rates reported following GARDASIL, AAHS control, or saline placebo in historical clinical trials.

    ➡ 6.2 Post-Marketing Experience (a pag.9)
    There is limited post-marketing experience following administration of GARDASIL 9. However, the post-marketing safety experience with GARDASIL is relevant to GARDASIL 9 since the vaccines are manufactured similarly and contain the same antigens from HPV types 6, 11, 16, and 18. Because these events were reported voluntarily from a population of uncertain size, it is not possible to reliably estimate their frequency or to establish a causal relationship to vaccine exposure. The following adverse experiences have been spontaneously reported during post-approval use of GARDASIL and may also be seen in post-marketing experience with GARDASIL 9:

    ▶Blood and lymphatic system disorders: Autoimmune hemolytic anemia, idiopathic thrombocytopenic purpura, lymphadenopathy.
    ▶ Respiratory, thoracic and mediastinal disorders: Pulmonary embolus.
    ▶ Gastrointestinal disorders: Nausea, pancreatitis, vomiting.
    ▶ General disorders and administration site conditions: Asthenia, chills, death, fatigue, malaise.
    ▶Immune system disorders: Autoimmune diseases, hypersensitivity reactions including anaphylactic/anaphylactoid reactions, bronchospasm, and urticaria.
    ▶ Musculoskeletal and connective tissue disorders: Arthralgia, myalgia.
    ▶ Nervous system disorders: Acute disseminated encephalomyelitis, dizziness, Guillain-Barré syndrome, headache, motor neuron disease, paralysis, seizures, syncope (including syncope associated with tonic clonic movements and other seizure-like activity) sometimes resulting in falling with injury, transverse myelitis.
    ▶ Infections and infestations: Cellulitis (cellulite infettiva: infezione batterica acuta che coinvolge il tessuto connettivo. Da non confondere con la cellulite estetica)
    ▶ Vascular disorders: Deep venous thrombosis.

    ➡ 13.1 Carcinogenesis, Mutagenesis, Impairment of Fertility ( a pag. 12)
    GARDASIL 9 has not been evaluated for the potential to cause carcinogenicity, genotoxicity or impairment of male fertility. GARDASIL 9 administered to female rats had no effects on fertility [see Pregnancy (8.1)].

    ➡ 1.3 Limitations of Use and Effectiveness ( a pag. 2)
    The health care provider should inform the patient, parent, or guardian that vaccination does not eliminate the necessity for women to continue to undergo recommended cervical cancer screening.

    Women who receive GARDASIL 9 should continue to undergo cervical cancer screening per standard of care. [See Patient Counseling Information (17).]
    Recipients of GARDASIL 9 should not discontinue anal cancer screening if it has been recommended by a health care provider [see Patient Counseling Information (17)].
    GARDASIL 9 has not been demonstrated to provide protection against disease from vaccine HPV types to which a person has previously been exposed through sexual activity.
    GARDASIL 9 has not been demonstrated to protect against diseases due to HPV types other than 6, 11, 16, 18, 31, 33, 45, 52, and 58.
    GARDASIL 9 is not a treatment for external genital lesions; cervical, vulvar, vaginal, and anal cancers; CIN; VIN; VaIN; or AIN.
    Not all vulvar, vaginal, and anal cancers are caused by HPV, and GARDASIL 9 protects only against those vulvar, vaginal, and anal cancers caused by HPV 16, 18, 31, 33, 45, 52, and 58.
    GARDASIL 9 does not protect against genital diseases not caused by HPV.
    Vaccination with GARDASIL 9 may not result in protection in all vaccine recipients.
    Safety and effectiveness of GARDASIL 9 have not been assessed in individuals older than 26 years of age.

    CONCLUSIONE:
    In casi come questo quindi la parola prevenzione assume un significato decisivo, tra vaccino ed educazione sanitaria propendo decisamente per la seconda. Se c'è invece un messaggio che sarebbe importante diffondere potrebbe essere legato alla scarsa (per non dire nulla) abitudine dei maschi di sottoporsi a controlli di tipo andrologico. Mentre la donna per abitudine e cultura si reca spesso dal ginecologo, l'uomo lo fa molto più raramente e spesso solo quando presenta sintomi gravi o molto fastidiosi.
    Ricordo che anche per l'uomo un controllo agli organi genitali (che non è per nulla fastidioso nè doloroso) protegge egli stesso e la/le sua/sue partner da malattie potenzialmente mortali.
    Oggi il vaccino anti-HPV protegge da 9 ceppi e non più dai 2 iniziali (divenuti poi 4) quindi copre molti più casi di potenziale tumore. Ma fino a quando il vaccino costerà centinaia di euro (fino a 700 euro per ciclo completo) forse sarebbe meglio per i sistemi sanitari spendere gli stessi soldi per convincere le donne ad eseguire il Pap-test (al limite la tipizzazione virale), procedura economica, indolore, semplicissima, senza effetti collaterali ed efficace.
    Se qualcuno quindi vuole combattere con i fatti il condizionamento delle cause farmaceutiche cominci prenotando una visita al consultorio o all'ospedale più vicino, in cinque minuti, al costo di un ticket (anche gratis nelle regioni che offrono il servizio di screening gratuito) non troppo elevato e con un esame indolore, semplice ed effettuabile praticamente dovunque, si può prevenire il tumore. Persino se arriviamo in ritardo (meglio di no, si rischia di arrivare troppo in ritardo...) abbiamo tante armi che oggi rendono il tumore del collo dell'utero, diagnosticato in tempo, assolutamente curabile. Ne vale la pena.

    APPROFONDIMENTI:
    Il Metodo Ruffini è la migliore terapia attualmente esistente per contrastare in modo efficace il Papillomavirus (HPV).
    Per approfondire il Metodo Ruffini come terapia dell'HPV, vi invitiamo ad ascoltare il seguente VIDEO.
    Il manuale pratico per la procedura corretta è disponibile al seguente LINK.

    -------------------------------------------

    FONTI:
    [1] Papillomavirus. Arriva in Italia il primo vaccino anti-HPV 9-valente. Quotidiano Sanità - 28 feb. 2017
    http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=48304

    [2] Merck MSD - GARDASIL®9 (Human Papillomavirus 9-valent Vaccine, Recombinant)
    Suspension for intramuscular injection
    Initial U.S. Approval: 2014
    http://www.merck.com/product/usa/pi_circulars/g/gardasil_9/gardasil_9_pi.pdf

  • Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online 
    - Per l'acquisto dei prodotti Vi invito a visitare il sito delle IBF


     

  • Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online
    - Per l'acquisto dei prodotti Vi invito a visitare il sito delle IBF




     

  • Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online 


  • Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online 


     

  • - Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online 
    - Per l'acquisto dei prodotti Vi invito a visitare il sito delle IBF



     

  • CONOSCERE IL METODO RUFFINI 
    (a cura del dr. Gilberto Ruffini)

    A SEGUITO DI UN EPISODIO ODONTOIATRICO SOPRA AD UNA AFTA VOLGARE, ACCIDENTALMENTE BAGNATA DA UNA GOCCIA DI IPOCLORITO DI SODIO CHE IL GIORNO DOPO AL CONTROLLO INIZIA IL TUTTO, APPURANDO UNA INASPETTATA, COMPLETA E VELOCE GUARIGIONE CHE SUBITO DA ME CLINICAMENTE CI FU UNA ATTENTA RIFLESSIONE IN MERITO, APRENDOMI LA STRADA VERSO ALTRI ORIZZONTI, CIOE’ LO STUDIO SEMPRE PIU’ PROFONDO E CONVINTO PER MIO PIACERE E CURIOSITA’ VERSO ALTRE POSSIBILITA’ TERAPEUTICHE TROVANDO UN MONDO NUOVO E INCREDULO VERSO TANTE ALTRE PATOLOGIE : VIRALI, MICROBICHE, FUNGINE. PROSEGUENDO ANCORA GLI STUDI, SONO SPUNTATE MOLTE ALTRE NOXE PATOGENE DA FARMI PENSARE DI ESSERE STATO GUIDATO DA DIO CREATORE A CONOSCERE LA POSSIBILE RISOLUZIONE DI DIVERSE PATOLOGIE. ESSENDO IO UN CREDENTE, TALI NOVITA’ FURONO DA ME DIVULGATE A TUTTI CON RIGOROSA, VERITIERA SCIENTIFICITA’ E GRATUITA’, SINCERA E CRISTIANA SOLIDARIETA’ … HANNO PROVATO DI TUTTO A FERMARMI: DAI NAS COME CONTROLLO ANTI FRODE, ALLA DENUNCIA AL MIO ORDINE DEI MEDICI DA PARTE DI ALTRO ORDINE, INVOCANDONE LA RADIAZIONE (MA NIENTE PIU' DI QUESTO E’ ACCADUTO) INOLTRE IL MIO ACCOUNT FACEBOOK E' STATO VIOLATO 3 VOLTE (COSTRINGENDOMI A RIFARLO EX NOVO OGNI VOLTA) E PER BEN DUE VOLTE QUALCUNO E' ENTRATO NELLA MIA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CANCELLANDONE CONTATTI E ARCHIVIO , INFINE, HANNO STUPIDAMENTE RUBATO IN CASA COME UNICO FURTO IL MIO MICROSCOPIO (CHIARAMENTE INTENZIONALMENTE MIRATO) … INOLTRE, APPENA DIVULGATA LA NOTIZIA, SI SCATENO' TANTA ILARITA’, DERISIONE CON OFFESE INDICIBILI A NON FINIRE. FU UNA RABBIA SENZA CONTEGNO ALCUNO, MALGRADO CIO’ PROSEGUII SENZA INDUGI, PERCHE’ RISOLUZIONI VERE, IMPOSSIBILI DA CONTESTARE. CON QUESTO APPROFONDIMENTO PIU’ SOTTO DESCRITTO SPERO CHE TUTTE QUESTE MALELINGUE CESSINO. L’ IGNORANZA IRRISPETTOSA E L’ ALTERA SPAVALDERIA SPERO PROPRIO NON TRONEGGI PIU’, SPECIE TRA I MEDICI E CERTA STAMPA ASSERVITA. ORMAI SONO QUASI TRENTA ANNI CHE C’E’ IL METODO RUFFINI NATO (NEL 1991) DA UNA SEMPLICE OSSERVAZIONE DI UN SOLO MEDICO, NEPPURE DUE ! SE ERA COSI’ ELEMENTARE , BANALE, SCONTATO, DOVE SONO STATI I RICERCATORI PREPOSTI FINO ADESSO ? NON CI CREDO CHE NESSUNO SAPESSE; QUANTI AVRANNO IGNORATO? I RICERCATORI SONO PAGATI PROPRIO PER RICERCARE ED ORA, COME SE NULLA FOSSE, HANNO L’ ARDIRE DI DIRE “QUESTO MEDICO HA SCOPERTO L’ ACQUA CALDA” (FRASE DETTA AD ESEMPIO DAL DIRETTORE DELLA FACOLTA’ DI “FARMACOLOGIA SPERIMENTALE” DI UNA NOTA UNIVERSITA') E NOI, DA PAZIENTI DOVREMMO ASPETTARCI DA COSTORO QUALI COSE SUBLIMI DA NON APPARIRE AL PARI DELL'ACQUA CALDA? QUANDO NEPPURE L’ ACQUA CALDA STIMOLA LA LORO ATTENZIONE E FANTASIA GIA’ PRESENTE SOTTO IL NASO  UNA VERGOGNA PER CHI SAPEVA MA HA TACIUTO E DA CHI, VICEVERSA, DOVREBBE ALIMENTARE LE NOSTRE SPERANZE DI SALUTE. TUTTI POSSONO DARE IL LORO PARERE IN MODO APPROPRIATO E COSTRUTTIVO SAREBBE BEN ACCETTO AUMENTARE LE CONOSCENZE UTILI A TUTTI, SOPRATTUTTO A CHI PER PROFESSIONE VUOLE AIUTARE IL PROSSIMO E GLI ANIMALI AMICI DELL’ UOMO NELLA LORO PRATICA QUOTIDIANA. A TUTTI COLORO CHE DESIDERANO CAPIRE MEGLIO IL PERCHE’ L’ IPOCLORITO DI SODIO FUNZIONA, SENZA OFFENDERE GRATUITAMENTE E IRRESPONSABILMENTE SENZA SAPERE NIENTE DEL PERCHE’ ESISTE IL METODO RUFFINI. UN CHIARIMENTO UTILE PER SAPERE UNA VOLTA PER TUTTE LE PECULIARITA' DELL’ IPOCLORITO DI SODIO SULL’ UOMO E SUI MAMMIFERI IN GENERALE. LA SUA ANALLERGICITA’, LE SUE CAPACITA’ CELLULARI DI DIFENDERCI. QUI, APPROPRIATAMENTE SFRUTTATE FUORI DALLE CELLULE ESTERNE DEL CORPO …. PELLE E MUCOSE .. E PER ORA NON INTERNE. IGNORARE LE CAPACITA’ DELL’ IPOCLORITO DI SODIO DETERMINA UN SENTIMENTO ED UNA REAZIONE DI SUFFICIENZA FINO AL COMPATIMENTO, DERISIONE, DISPREZZO, FACILE E GELOSA INVIDIOSA INCREDULITA’. IN DEFINITIVA UNA PRESA DI POSIZIONE AUTONOMA INACCETTABILE, AVVICINARE NaOCl CON ALTRI PRODOTTI PLURIMOLECOLARI DEL COMMERCIO SOLO PER IL FORTE ODORE DI CLORO, E’ SOLO UNA VOLONTA’ DI VENDERE, O SMINUIRE LA MOLECOLA A FURBE E PENOSE SIMILITUDINI, DA COMPATIMENTO, DI VELOCE SORVOLO. CONSIGLIO DI STUDIARE QUESTA MOLECOLA CON ATTENZIONE FORTE DEL FATTO CHE COL METODO RUFFINI SI TRATTA DI APPLICARE A LIVELLO TOPICO CUTANEO POCHE GOCCE (QUALCHE ML) DI IPOCLORITO DI SODIO OPPORTUNAMENTE DILUITO PER MASSIMO 40-60 SECONDI E POI RISCIACQUARE. A OGNUNO IL SUO, GLI SFACCIATI VENDITORI FACCIANO GLI INTERESSI LORO MA NOI, DA MEDICI NO POSSIAMO, NOI FACCIAMO E DOBBIAMO FARE SOLO GLI INTERESSI DELLA PERSONA. 

    Medici del reparto di chirurgia di un ospedale di Santo Domingo, uniti in un saluto collettivo in occasione del salvataggio di un piede diabetico infetto e neuropatico dalla ormai certa amputazione. Ugualmente ricordo l’ ennesimo piede diabetico salvato ad un rumeno in Romania. Il Metodo Ruffini è ospite periodico nella trasmissione televisiva “Medicina Amica” trasmessa dalla tv Telecolor diretta dalla gentile e sensibile Antonella Pizzamiglio.



    Ipoclorito di sodio e la mieloperossidasi
    Non è una invenzione né una scoperta, ho solo portato alla ribalta una verità misconosciuta, nascosta da una furbizia interessata e, purtroppo, da una ignoranza imperante, occultata in tutti i modi incredibilmente, da prodotti commerciali venduti, pubblicizzati e spacciati come efficaci moderne soluzioni disinfettanti, dimenticando di fare presente che è l’ Ipoclorito di Sodio il migliore disinfettante al mondo ed e’ con lui che tutti i prodotti vengono confrontati come valido punto fermo. Almeno funzionassero, il bello è che l’ Ipoclorito di Sodio lo definiscono “alternativo” ! ….. Ma a cosa? Una truffa subdola e strisciante che ci obbliga ad acquistare dei prodotti inventati e costruiti ad arte, rivestiti ad arte dei maghi del marketing. Di recente alcuni biologi dell' Università della California a Davis (UCD) hanno messo in evidenza un enzima che stimola la produzione di Ipoclorito di Sodio nelle cellule e regola la dilatazione dei vasi sanguigni durante le infiammazioni. La ricerca è stata descritta sulla rivista "Science" ed è importante per le potenziali ricadute nella terapia di varie malattie infiammatorie vascolari. L' enzima, noto come Mieloperossidasi, è una proteina che si trova in abbondanza nei Globuli bianchi ed agisce producendo localmente Ipoclorito di Sodio, che funziona come agente battericida. Ma non è tutto. In condizioni normali un segnale chimico, l' Ossido Nitrico prodotto dalle cellule endoteliali delle pareti dei vasi sanguigni, agisce come vasodilatatore (qui ricordo i benefici sul piede diabetico). Come osservato in un modello animale, la Mieloperossidasi viene rilasciata dai Globuli bianchi attivati, permea le cellule vascolari e si deposita nelle pareti dei vasi, dove consuma l' Ossido Nitrico, bloccando il segnale che provoca la dilatazione. "Aver identificato una proteina che modula la dilatazione dei vasi dipendente dall' Ossido Nitrico - dice Jason P. Eiserich, dell'UCD - ha importanti implicazioni per lo sviluppo di cure per le malattie infiammatorie vascolari. In condizioni di infiammazione acuta, come nel caso di gravi infezioni batteriche, questo enzima potrebbe rimuovere i livelli eccessivi di Ossido Nitrico.” Le sostanze in grado di imitare questa attività enzimatica potrebbero essere utili per curare le ipotensioni associate agli shock settici. In alternativa, le molecole che mirano a bloccare l' attività della Mieloperossidasi potrebbero essere utili per curare malattie vascolari croniche, come l' Arteriosclerosi, caratterizzate da un deficit di Ossido Nitrico e dall' accumulo di Mieloperossidasi nelle pareti dei vasi sanguigni. La reazione catalizzata dalla Mieloperossidasi è la seguente: H2O2 + Cl- → HOCl + OH- La carenza della Mieloperossidasi, oppure la sua sintesi difettiva, può provocare una insufficiente risposta immunitaria innata. Nel Macrofago, infatti, la capacità di neutralizzare le specie potenzialmente patogene è diminuita e, in alcuni casi, talmente compromessa da lasciare spazio alle infezioni batteriche o virali. Per esempio : un esame del sangue che con presenza di valori elevati, tra altre noxe patogene presenti, è utile nelle diagnosi delle Coronaropatie acute. Spero di aver fatto chiarezza e mai più leggere offese da piccoli uomini che difficilmente posso e potrò chiamare colleghi. 

    DUNQUE, IGNORARLO E OFFENDERE E’ UN CRIMINE, LA LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA …… SI DICE. E’ LA COSTITUZIONE CHE CI TUTELA, VERO ? E NEGARE L’ EVIDENZA ? COME E’ POSSIBILE NON PENSARE ALLA SALUTE … UN BENE PRIMARIO ANCHE PER LA NAZIONE, NON PUO’ ESSERE IMPORTANTE SOLO UNA PATOLOGIA POTENZIALMENTE FATALE, ESISTE ANCHE IL BENESSERE DI CHI E’ IN VITA LIBERO DA PROBLEMATICHE MEDICHE, AUMENTANDONE NEL POSSIBILE LA QUALITA’ DI VITA QUOTIDIANA. NEGLI ANNI HO SCRITTO SENZA PAURA E SENZA ANONIMATO RACCOMANDATE CON RICEVUTE DI RITORNO … DAL CAPO DELLO STATO, AL MINISTRO DELLA SALUTE, ALL’ ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ E MAI UNA RISPOSTA, QUESTA E’ LA VOSTRA- NOSTRA SUPREMA TUTELA ? E I MEDIA UN COMODO SILENZIO.

    Un breve excursus di chimica inerente
    Tra gli enzimi di granulazione Eosinofili dei Leucociti presenti nelle classi delle Ossidoreduttasi vi è la Mieloperossidasi, un enzima strutturalmente dimerico (l’ unione di due molecole come il Saccarosio, ossia, il comune zucchero da cucina formato da Glucosio e Fruttosio). Importantissimo per la difesa immunitaria. Essa catalizza nei Macrofagi una importante reazione di sintesi di Ipoclorito di Sodio alla biosintesi di Ossigeno Singoletto (L’ Ossigeno molecolare è una specie inusuale rispetto alla maggior parte delle specie chimiche perché lo stato fondamentale è uno stato di tripletto (3O2), mentre il più basso stato eccitato è chiamato Singoletto. La presenza di un gruppo eme (la funzione di questa molecola è basata sull' atomo di Ferro, in grado di legare in maniera reversibile l' Ossigeno, utilizzandolo per trasportare elettroni nella catena respiratoria, nel ridurre specie reattive dell' Ossigeno (catalasi e perossidasi) o semplicemente trasportandolo nel sangue (Emoglobina) o immagazzinandolo nei muscoli (Mioglobina). Poiché nelle cellule il principale sito di ossidazione sono i Mitocondri, molti enzimi contenenti eme si trovano lì. La classifica come metallo proteina che Interviene in vari processi ossido-riduttivi cellulari, provvedendo alla distruzione dell' acqua ossigenata e di altre catalasi .

    Ebbene, come avete letto, una verità fatta presente al mio Ordine e ai NAS ma nessuno, dico nessuno, dal 1996 ad oggi (20 giugno 2018) mi ha mai inviato una sola critica formale ne tantomeno una diffida.  Quello che mi dispiace maggiormente è non poter raggiungere le mie Istituzioni, i media e la stampa. Tacitare i troppi ignoranti in giro che, per il solo farsi notare, offendono credendo di essere sempre al riparo … vedremo. Pretendo scuse e danni di immagine alla mia persona, da medici che parlano a sproposito.

    In fede
    dr. Gilberto Ruffini (medico ematologo e dentista di Varese)
     

  • - Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online 
    - Per l'acquisto dei prodotti Vi invito a visitare il Sito delle IBF


     

  • Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online
    - Per l'acquisto dei prodotti Vi invito a visitare il Sito delle IBF

     

  • Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online 


     

  • - Il sito ufficiale
    - Il manuale pratico CURARSI CON LA CANDEGGINA? è acquistabile online


     

  • Vi consigliamo l'acquisto e l'attenta lettura del nostro Manuale pratico "CURARSI CON LA CANDEGGINA?" scritto dal dott. Gilberto Ruffini (ematologo e dentista) e dal dott. Valerio Droga (giornalista professionista).

    Il LINK dove acquistarlo.
    IL LINK DELLA RECENSIONE

     
  • Hai già acquistato la guida pratica del Metodo Ruffini?

    Scoprirai come curare oltre 100 patologie e problemi di pelle e mucose con meno di un euro seguendo le istruzioni dettagliate del dottor Gilberto Ruffini.

    PER INFO CLICCA QUI 
     

Utilizziamo cookie tecnici, di profilazione di terze parti per adeguare la pubblicità alle tue preferenze e cookie analytics.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo