(articolo di Patrizia Marini)

Paolo Bonanni (Dipartimento di Scienze della Salute – Università degli Studi di Firenze) in un articolo pubblicato il 14 gennaio su ‘Il Sole 24 ore’ afferma:
“….. è paradossale notare la spasmodica attesa da parte della popolazione di rimedi terapeutici contro il cancro, e vedere che quando una misura in grado di prevenire del tutto (non curare!) l'80% dei casi di un cancro mortale come quello del collo dell'utero, vi sia un terzo di genitori e ragazze che ritengono tale offerta non interessante….. è cruciale sottolineare l'importanza di aderire all'offerta per l'età adolescenziale del vaccino contro il Papilloma Virus, oggi effettuato da meno del 70% delle ragazze dodicenni”.

Link:
http://www.sanita.ilsole24ore.com/…/vaccini-promesse-salute…

Chissà come mai questa scarsa adesione….. Forse perché la gente non è scema? E dunque si è accorta che il gioco non vale la candela?
Perché tanta enfasi su questo vaccino?
In un raro esempio di giornalismo al servizio dei "consumatori", alla TV svizzera italiana (RSI) durante la trasmissione Falò è andato in onda un servizio che si pone delle domande sul Gardasil, il chiacchierato vaccino per il papilloma virus, il cui utilizzo viene rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale.
Ma come funzionano i vaccini contro il papillomavirus? Sono efficaci? Necessari? Innocui? Rischiosi?
E perché il "mercato" dei vaccini sembra allargarsi sempre più?
Questi sono alcuni dei temi che sono stati affrontati nel servizio, facendo le domande ad esperti del settore oltre che ovviamente ai diretti interessati.
Le risposte sono sicuramente interessanti e potrebbero stupire i più…
Il dr Spinosa, ginecologo e chirurgo dice che tutti gli studi scientifici sul Gardasil sono stati realizzati con il denaro dei produttori del vaccino (nel qual caso la Merck). E questo è preoccupante.
“Vaccinatevi contro il cancro” ci dicono… Innanzitutto, va detto che il vaccino in questione NON è un vaccino contro il cancro, per il quale viene spacciato, ma contro il papilloma virus (HPV).
Il problema è che negli studi Gardasil non ha potuto dimostrare di prevenire neanche un solo cancro; ha mostrato efficacia sulle lesioni pre-cancerose, ma ci vogliono fino a 20 anni perché si sviluppi un tumore del genere e quindi avremo solo fra vent’anni la prova pratica che questo vaccino davvero previene il cancro. 
E’ una delle tante domande ancora aperte su questo vaccino, perché anche sulla sicurezza, dipende da come si interpretano i dati…
Il farmacologo Jerome Biollaz, dice che a causa degli effetti indesiderati il 2per mille delle pazienti è dovuta ritirarsi dagli studi clinici e quando questo accade, non si tratta mai di effetti collaterali di poco conto…
E’ una percentuale importante. Sarebbe un piccolo numero per un farmaco contro il cancro, però visto che qui parliamo di ragazze per definizione SANE, anche se è piccolo è un numero molto, troppo grande.
Quando si valuta la bontà di un farmaco o di un vaccino si ragiona in termini relativi: se il beneficio aspettato è grande, si possono mettere in conto rischi importanti, ma se l’efficacia è bassa o dubbia, anche una piccola percentuale di effetti indesiderati gravi è considerata inaccettabile.
Non ci dicono che il papilloma virus è curabile con il Metodo Ruffini e il cancro al collo dell’utero è prevenibile con un semplice pap-test effettuato dal ginecologo ogni due-tre anni!

VIDEO: DALLA PARTE DELLE BAMBINE (durata min. 31:22)

Inchiesta fatta dalla trasmissione Falò della RSI (Radiotelevisione svizzera di lingua italiana) sui tanti dubbi intorno al vaccino Gardasil contro il papilloma virus (HPV), rimborsato dal Servizio Nazionale Sanitario.
E proposto alle ragazze fra i 9 e gli 11 anni
Link: http://youtu.be/oX8u2OxzfnM

Trovate la video-inchiesta anche qui:
http://vimeo.com/85711146

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home4/joeda/public_html/metodoruffini.it/modules/mod_jxtc_lightbox/mod_jxtc_lightbox.php on line 61
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Le ricerche, le nuove applicazioni, le testimonianze, gli approfondimenti. Iscriviti adesso!

Contattaci

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso. Per saperne di piu'

Approvo

Politica sui cookies

Per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito web, metodoruffini.it inserisce alcuni cookie sul tuo computer.

Ma che cosa sono i cookies e perché si usano?
I cookies sono piccoli file di testo salvati sul tuo computer o sul tuo dispositivo mobile. Non occupano molto spazio, e, una volta scaduti, saranno rimossi automaticamente.
Il sito del Metodo Ruffini usa i cookie per fare sì che la tua visita al nostro sito web sia il più possibile piacevole. Ci sono diversi tipi di cookie, usati in diversi modi. Alcuni hanno la funzione di consentirle di sfogliare il sito web e di vedere determinati oggetti. Altri servono a darci un'idea delle tue esperienze nel corso della tua visita, per esempio le difficoltà che incontra nel trovare quello che cerchi; in tal modo possiamo migliorare e rendere il più possibile piacevoli le tue visite future.
I cookies più importanti sono i cookie necessari. Ti sono indispensabili per navigare sul sito web e utilizzarne le caratteristiche fondamentali. Per migliorarci raccogliamo dati sulla navigazione. Poi ci sono gli interaction cookies si usano per consentirle di interagire con media sociali oppure di inviare recensioni.
Ma se i cookies non piacciono?
Puoi modificare le impostazioni del tuo browser in modo che i cookies siano cancellati o non vengano salvati nel tuo computer o dispositivo mobile senza il tuo consenso esplicito. La sezione Aiuto del tuo browser ti deve fornire informazioni sul modo di gestire le tue impostazioni relative ai cookie. Qui può vedere come si fa con il tuo browser:
Internet Explorer: http://support.microsoft.com/gp/cookies/en
Mozilla Firefox: http://support.mozilla.com/en-US/kb/Cookies
Google Chrome: http://www.google.com/support/chrome/bin/answer.py?hl=en&answer=95647
Safari: http://support.apple.com/kb/PH5042
Opera: http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/
Adobe (plug-in for flash cookies): http://www.adobe.com/security/flashplayer/articles/lso/

Paolo Ruffini C.F. RFFPLA73C12L682L